Aree Sosta Camper

Benvenuti! In questo sito troverete tutte le informazioni riguardanti le aree sosta camper dove poter fare liberamente camping.

Cerca le aree sosta camper della zona che ti interessa!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

aree sosta camper

Aree sosta camper: cosa sono

Andare in gita o in vacanza con il camper è un’esperienza unica, non comparabile con nessun’altra modalità di trasporto&alloggio. Nondimeno, viaggiare con il camper necessita di alcune attrezzature ed accorgimenti indispensabili per vivere il tutto nella maniera più preparata e piacevole possibile.

Uno degli accorgimenti è quello di sapere, meglio con anticipo, dove effettuare le soste diurne e notturne: per questo scopo esistono le cosiddette aree sosta camper. Come potrete immaginare, non tutte le aree sosta camper sono uguali, ciascuna ha le sue caratteristiche che la rendono adatta per un determinato tipo di sosta.

Negli ambienti del turismo itinerante a volte si fa confusione tra questi termini: parcheggio, punto sosta, area attrezzata e camper service. Cerchiamo di chiarire le differenze e le caratteristiche per aiutarvi a scegliere.

Camper Service

Per Camper Service o CS intendiamo il posto dove è possibile effettuare il carico e scarico delle acque e nulla di più, in alcuni casi si trova nell’ambito di un semplice parcheggio misto auto e comunque senza la sosta (altrimenti sarebbe assimilabile ad un punto sosta od area attrezzata).

Parcheggio

Per Parcheggio intendiamo una struttura aperta al pubblico ove non ci sono servizi per i turisti itineranti a parte l’eventuale illuminazione pubblica, dove è possibile solo la sosta dentro le strisce (tecnicamente detti stalli).

Riguardo le strisce, ci possono essere due casi:

  • le strisce non ci sono: è sufficiente che non ci sia divieto di sosta per considerare un ampio spazio pubblico come parcheggio misto dove possono sostare anche i camper (tecnicamente chiamati dal codice della strada: autocaravan). Occorre stare particolarmente attenti a non ingombrare la carreggiata ed i marciapiedi, lasciando almeno un metro per il passaggio dei pedoni in assenza di marciapiedi, qualora vi siano muri.
  • ci sono le strisce che delimitano i posti ove parcheggiare (stalli), allora essi devono essere della misura adeguata ai nostri mezzi, se sono più piccoli non è consentita la sosta.

Punto Sosta

Per Punto Sosta intendiamo una struttura ricettiva ove è consentita la sosta ai camper (autocaravan) che non sia misto insieme alle autovetture e comunque dato il confine tecnico con la denominazione di parcheggio molto stretto, noi intendiamo punto sosta un’area dedicata, almeno in parte, alla esclusiva sosta degli autocaravan cioè camper, che riservano qualcosa in più ai turisti itineranti: la sosta riservata, un cartello “sosta camper”, indicazioni turistiche, il carico e/o lo scarico e/o l’allaccio 220 ma mai tutti questi servizi contemporaneamente. Un’area particolarmente utile ad usufruire dei punti di interesse, una migliore posizione e alcuni elementi di sicurezza in più.

Area Attrezzata

Per Area Attrezzata intendiamo:

  1. Un’area pubblica riservata al parcheggio dei camper (autocaravan) per un tempo delimitato (stabilita dal Comune, di solito per 48 ore oppure sino a 72 ore, dipende dalla normativa regionale o estera a seconda dei casi) dotata di Carico e Scarico, Presa elettrica 220/230 Volts (allaccio 220), se non ci sono i predetti servizi per noi è un punto sosta, e può essere corredata di altri servizi utili, In queste aree pubbliche non è mai consentito campeggiare (cioè lasciare finestre basculanti e gradini aperti, installare cunei o piedini, aprire tendalini, tavoli sedie ecc), possono essere gratuite od a pagamento.
  2. Una struttura privata, che accoglie camper e caravan (roulotte), struttura delimitata e custodita, ricca di servizi che a volte arriva a confondersi con il Campeggio, ovviamente con gli stessi servizi essenziali già elencati e sempre a pagamento.

Area sosta camper: come sceglierla?

Innanzitutto occorre distinguere le esigenze: un’area sosta per il giorno, magari per poche ore, o addirittura per una breve sosta, è diversa da un’area sosta dove passare la notte, quindi più a lunga durata.

Cosa dovrebbe avere un’area sosta camper per la notte?

  • Il bagno pubblico. Quello disponibile sui furgoni è meglio usarlo per le emergenze notturne. Se c’è un bagno nell’area sosta è di gran lunga preferibile. Se c’è anche la doccia, meglio ancora.
  • Se non c’è il bagno, almeno un punto di acqua potabile.
  • Che sia in un’area almeno un po’ protetta. Recintata, o all’interno di un’area privata e chiusa, oppure almeno circondata da un fazzoletto di prato. Evitate di dormire sul ciglio della strada, per ragioni di sicurezza.
  • Una location carina. Insomma, evitate un parcheggio nella zona industriale della città. Scegliete agriturismi in campagna, vicino ai vigneti, con vista su un castello, ai margini di un bosco, circondati dalle montagne, cullati dal rombo di un torrente, con vista su un lago… Andare a dormire potendo vedere le stelle e svegliarsi circondati da un bel panorama ripaga di tutto.
  • Il costo contenuto. Se vuoi avere dei servizi, è giusto pagare, l’importante è che il costo sia proporzionato al servizio offerto e non sia una tariffa “spenna-turisti”.
  • Prendete in considerazione anche i campeggi, magari piccoli e in zone meno turistiche, che offrono i servizi essenziali e hanno un costo contenuto. Si trovano molto facilmente in Francia, molto meno in Italia, un salasso in Svizzera, giusto per fare qualche esempio.